Menu
Mostra menu

Turisti ...

Italiani che si recano all'estero

In generale

L'Unità di Crisi del Ministero degli Affari Esteri fornisce agli italiani che si recano all'estero informazioni su 208 Paesi. Le medesime indicazioni sono reperibili sul sito www.viaggiaresicuri.mae.aci.it, curato dalla predetta Unità di Crisi in collaborazione con l'Automobile Club d'Italia (A.C.I.), ove vengono riportate notizie sui documenti necessari per l'ingresso in ogni singolo Paese, nonché valutazioni in merito alla locale situazione sanitaria e alla sicurezza, con particolare riguardo alle aree a rischio.

Qualche suggerimento prima di partire per un viaggio:

  • organizzate in tempo la protezione della vostra casa;
  • prima di intraprendere il viaggio, soprattutto per certi Stati extraeuropei, programmate un itinerario preciso, cercando di non adottare variazioni rilevanti senza rivolgervi a personale esperto (es. agenzie di viaggio);
  • rivolgetevi ad una agenzia di viaggio o tour operator regolarmente iscritti negli elenchi regionali. Mostrate una certa cautela nella valutazione di proposte di viaggio eccessivamente convenienti e richiedete la copia del contratto che sottoscrivete;
  • verificate la documentazione necessaria per l'ingresso (eventuale necessità di un visto) ed il soggiorno negli Stati di destinazione;
  • effettuate le prenotazioni per il viaggio con congruo anticipo, in modo da poter beneficiare delle eventuali riduzioni tariffarie e prendete nota dei servizi inclusi nei "pacchetti" resi disponibili dalle agenzie;
  • reperite, sul Web o su pubblicazioni cartacee, tutte le informazioni utili sul Paese dove volete trascorrere le vacanze. Munitevi di cartine del luogo e di tutta la documentazione necessaria;
  • prendete nota degli indirizzi delle Ambasciate e dei Consolati d'Italia, ovvero dei Consolati onorari. Possono diventare un riferimento sicuro anche nei casi di emergenza;
  • assumete presso la vostra banca le informazioni circa le modalità di uso all'estero del vostro "bancomat" o della vostra "carta di credito", nonché sulla possibe fruizione di servizi bancari eventualmente utili. Si raccomanda l'uso di carte di credito o travellers' cheques, limitando il contante;
  • portate al seguito un piccolo kit di pronto soccorso ed il libretto sanitario con l'indicazione del gruppo sanguigno. Se vi recate in un Paese dell'Unione Europea è sufficiente portare con sé la Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) (che di solito è il retro della tessera sanitaria della propria regione di appartenenza) che ha la funzione di garantire, a tutte le persone che si trovano a soggiornare temporaneamente in un altro Stato, le cure sanitarie medicalmente necessarie alle stesse condizioni che valgono per i cittadini residenti. Per i Paesi terzi (non inclusi nell'Unione Europea) è consigliabile munirsi di apposita polizza assicurativa;
  • adottate le eventuali misure di sicurezza sanitaria necessarie per una prevenzione adeguata (vaccinazioni: quali? dove? quanto tempo prima?) e per sapere se l'acqua locale è potabile;
  • curate l'equipaggiamento se intendete visitare e dimorare in località climatiche particolari, per evitare di dover sopperire all'ultimo momento a spese straordinarie;
  • ricordate che l'uso di stupefacenti (incluse le droghe leggere) in alcuni Paesi viene punito severamente;Un signore mostra quanto sia rassicurante tenere sempre una fotocopia dei documenti di identità, utili quando si circola in paesi stranieri.
  • circolate con le fotocopie dei documenti di riconoscimento e lasciate gli originali in albergo o in altro luogo sicuro. A titolo precauzionale, annotate numero, data e luogo di emissione dei documenti e dei titoli di viaggio;
  • in caso di trasporto di animali domestici (cani, gatti, etc.) informatevi sulle norme seguite dal Paese che si intende visitare (eventuale necessità di un periodo di quarantena) dal vostro veterinario o presso il servizio veterinario della A.S.L.;
  • attenetevi scrupolosamente alle normative vigenti nello Stato ospite. Il sistema giuridico può differire notevolmente dagli standards dei Paesi europei e punire condotte non sanzionate nel nostro Paese;
  • informatevi riguardo la franchigia delle merci (qualità e quantità) che si possono acquistare all'estero ed importate in Italia senza il pagamento di tasse aggiuntive;
  • evitate di trasportare pacchi, regali o simili per conto di sconosciuti o di persone conosciute superficialmente;
  • dal 12 gennaio 2009, i cittadini italiani che intendono recarsi negli Stati Uniti senza la necessità di visto avvalendosi del Programma "Viaggio senza visto" (Visa Waiver Program) per motivo di turismo o affari per un periodo non superiore a 90 giorni, devono obbligatoriamente richiedere, attraverso il sito web dell'ESTA una specifica autorizzazione a viaggiare.

   ... se viaggiate in automobile:

  • effettuate la verifica dell'autovettura mediante un controllo manutentivo straordinario;
  • per avere la copertura assicurativa anche all'estero, munitevi della carta verde che potete richiedere alla vostra compagnia;
  • informatevi sull'eventuale necessità di stipulare una assicurazione internazionale di protezione giuridica;
  • se è necessario procuratevi la patente di guida internazionale o eventuali documenti doganali per il veicolo;
  • aggiornatevi sull'eventuale esistenza di norme particolari in materia di circolazione stradale (guida a sinistra, limite massimo di velocità, limite massimo di tasso alcolico, etc.);

... se viaggiate con i mezzi di trasporto pubblico ricordatevi:Un giovane ragazzo si sta preparando per la sua escursione in montagna con l'equipaggiamento necessario a  seguito

  • quando viaggiate in treno o in autobus, non addormentatevi lasciando borse, borselli, giacche alla portata di chiunque. Comunque di notte custodite il denaro ed eventuali oggetti di valore in posti non facilmente accessibili;
  • se utilizzate il vagone letto, chiudete bene lo scompartimento;
  • in nave è bene riporre gli oggetti di valore in cassaforte;
  • non prestatevi a portare bagagli od oggetti di occasionali compagni di viaggio, specialmente al passaggio dei controlli doganali;
  • non tenete i biglietti di andata e ritorno nello stesso posto.

Quando rivolgersi ai Consolati

In base al Trattato di Maastricht, i cittadini italiani, al pari degli altri cittadini dell'Unione Europea, possono avvalersi della tutela consolare presso qualsiasi Rappresentanza diplomatica o consolare di uno Stato membro quando nel territorio in cui si trovano non vi è una rappresentanza italiana.

I Consolati possono assistere i connazionali di passaggio in specifiche situazioni di emergenza, individuali o collettive, che richiedano interventi a tutela dell'integrità, dell'incolumità e della libertà personale.

Questi uffici possono:

  • dare informazioni su medici, avvocati e traduttori, di fiducia dell'Ambasciata, a cui potersi rivolgere in caso di emergenza;
  • rilasciare, a titolo gratuito, un documento di viaggio per il solo rientro in Italia, in caso di furto o smarrimento dei documenti di identificazione personale, previa denuncia alle locali autorità di Polizia;
  • in casi particolari, rilasciare o rinnovare il passaporto, previo nulla-osta della competente Questura italiana;
  • erogare prestiti di importo limitato, per agevolare il rientro in Italia, con promessa di restituzione.