Menu
In vacanza ... in montagna
Pericolo valanghe

Un altro grande pericolo per chi frequenta la montagna, soprattutto per sciare, sono le valanghe. Prima di avventurarsi in escursioni sciistiche è quindi assolutamente necessario informarsi sulla situazione di pericolo di valanghe e seguire i seguenti suggerimenti:

  • nonUn alpinista coinvolto in una valanga.[d]allontanatevi per nessuna ragione dalle piste preparate e marcate, sia nel bosco sia in altre zone alpine;
  • non mettete in pericolo né voi né altri sciatori, sciando in maniera incontrollata;
  • dopo una forte nevicata aspettate la stabilizzazione del manto nevoso;
  • munitevi di apparecchi di ricerca di vittime di valanghe;
  • attenetevi sempre alle indicazioni del personale degli impianti di risalita e seguite i cartelli indicatori.
In particolare, in caso di incidente:

se siete una vittima:
  • tentate una fuga laterale;
  • se siete rimasti intrappolati all'interno della valanga, cercate di mantenervi in superficie (mimando i movimenti del nuoto) proteggendo le vie respiratorie;
  • prima che la valanga si fermi, muovetevi energicamente in modo da creare una sacca d'aria prima che la neve si indurisca.

se siete testimoni:

  • seguite la vittima con lo sguardo;
  • date l'allarme al Soccorso Alpino;
  • se siete equipaggiati ed esperti cominciate la ricerca nel modo più opportuno;
  • segnate la zona dove la vittima è scomparsa;
  • cercate gli indizi in superficie.

Nella rivista "Il Forestale" (n. 5 del 2001), pubblicazione periodica specialistica del Corpo Forestale dello Stato, sono riportate alcune regole di comportamento che riteniamo utile riproporre:

  • muovete il più possibile lungo le creste e le dorsali, utilizzando i punti sicuri del terreno, come le rocce, i tratti pianeggianti, gli alberi;
  • evitate le zone sottovento o dominate da cornici, gli accumuli eolici locali, i pendii aperti ed uniformi, o quelli che presentano bruschi cambi di pendenza;
  • nel caso di condizioni di accentuata instabilità del manto nevoso, non avventuratevi su pendii con inclinazione superiore ai 30°;
  • evitate gli attraversamenti di pendii aperti;
  • tagliate il pendio nel punto più alto possibile;
  • per salire e discendere un canalone mettetevi sempre verticalmente lungo i margini;
  • in caso di valanga cercate una via di fuga laterale e non centrale (dove la neve tende ad accumularsi di più);
  • evitate l'attraversamento di zone sospette che confluiscono in crepacci, salti di roccia, pietraie affioranti o altre insidie;
  • non fidatevi troppo delle vecchie tracce poiché la situazione vanghiva potrebbe essere mutata; anche le tracce di animali non danno garanzie di sicurezza.