Menu
Mostra menu

Come scegliere un amico a 4 zampe

Link nel web
Approfondimenti

Premessa

L'acquisto o l'adozione di un cane è un gesto di amore che verrà ripagato 100 volte dal cucciolo che lo riceve. E’ fondamentale però che la scelta del futuro compagno a 4 zampe venga effettuata secondo le affinità caratteriali e le disponibilità di spazio, non facendosi condizionare dalla moda del momento. Pensate che dovrete vivere assieme per molti anni, e la separazione è sempre un momento molto penoso sia se sopraggiunga per cause naturali che per manifesta incompatibilità di carattere. Se siete convinti di poter accogliere per i prossimi anni un amico che chiede solo affetto e comprensione restituendoli centuplicati, se siete nelle condizioni di poter soddisfare i suoi bisogni materiali, se siete certi che il vostro carattere e stile di vita possa adattarsi alla presenza di un amico quadrupede e se il suo arrivo sarà ben accolto da tutte le persone che vivono assieme a voi, allora non esitate ad accogliere un cucciolo.

Prima di scegliere quale sarà il nostro compagno canino è necessario sapere cosa ne vogliamo fare, sono state selezionate nei secoli diverse tipologie di cani (da guardia, da caccia da compagnia, etc.), tutte hanno le loro diverse esigenze di spazio e caratteriali. Se vivete in appartamento non acquisterete una razza di taglia gigante, inoltre il mantenimento del cane ha dei costi molto diversi a seconda della mole, ci sono razze che arrivano a mangiare 2 Kg di carne al giorno. Infine se in famiglia sono presenti dei bambini è opportuno indirizzarsi verso quelle razze che ben tollerano la presenza di cuccioli umani.

Questione di razza…

Tra le diverse tipologie prenderemo in esame le più comuni per delinearne a grosse linee le loro attitudini, al fine di indirizzare la scelta in maniera più mirata:

  • Cane da caccia: possono essere da seguito (che inseguono la selvaggina) o da ferma (che la fermano). Tra i primi ricordiamo il Fox-hound, il Beagle, la famiglia dei Bassotti, dei Terrier e dei Levrieri. Sono cani che adorano stare in branco e correre. Mentre i cani da ferma, sia da piuma che da pelo, tra cui ricordiamo il pointer, il setter, i bracchi, sono cani più lenti e più facili da addestrare che alle folli corse preferiscono lunghe passeggiate anche su terreni scoscesi. Tutti i cani da caccia sono affettuosi e teneri, molto espansivi, fanno la guardia e sono eccellenti compagni di gioco per i bambini; le taglie piccole si adattano alla vita di appartamento ma richiedono comunque la disponibilità a lunghe uscite nel parco.
  • Cani pastore: tra questi ricordiamo il pastore maremmano, il pastore dei Pirenei, il più famoso rimane però il pastore tedesco, cane dal fiuto eccellente, molto intelligente, resistente al lavoro e duttile per tutti gli impieghi; sono questi degli ottimi compagni e cani da guardia.
  • Cani da guardia: tutti i cani all'arrivo di un estraneo abbaiano scoraggiando i malintenzionati e mettendo sul chi vive il proprietario, ma alcune razze sono state selezionate appositamente per la difesa del territorio, quindi adatte a chi vive in posti isolati o in campagna. La scelta è veramente vasta in quanto tutti i cani sono dei buoni guardiani, ma se cercate un vero cerbero allora vi consigliamo un molosso del tibet (da escludere se avete dei bimbi) oppure gli schnauzer o i dobermann che non temono nulla. Se invece cercate un compromesso tra cane che incuta timore agli estranei ma sia molto docile con i componenti della famiglia allora la vostra scelta potrà essere un mastino, un bulldog od un danese. Il San Bernardo ed il cane da guardia dei Pirenei sono l'ideale per i bambini.
  • Cani da lavoro nordici: tra questi ricordiamo il Samoiedo, il Siberian Husky, l'Alaskan Malamuth, sono cani con carattere molto forte non adatti a vivere in nuclei familiari numerosi, riconoscono un solo padrone a cui sono estremamente fedeli e sono infaticabili.
  • Cani da compagnia: si fa riferimento con questa classificazione ai così detti cani "tascabili" quali i Carlini, i Pechinesi, i Chiuhuahua, i Maltesi oppure, leggermente più grandi, i Barboncini, i Dalmata, i Levrette, sono queste razze che meglio si adattano alla vita di appartamento, che richiedono spese di gestione più basse per quanto concerne sia l'alimentazione che le spese di toelettatura.
  • Cani da combattimento: rientrano in questa categoria tutte quelle razze selezionate per la particolare struttura fìsica e l'indole caratteriale aggressiva che li rendeva particolarmente adatti ad essere impiegati in spettacoli, oggi per fortuna vietati, di combattimento. Tra essi ricordiamo i Pitt-bull, il Bull terrier, il Tosa inu, il Dogo argentino, tutte razze con spiccata propensione ad assumere il ruolo di capo branco, ovvero a prendere il sopravvento sul proprietario qualora si mostri caratterialmente meno forte. Questi quadrupedi troppo spesso sono saliti agli onori della cronaca a seguito di gravi aggressioni nei confronti dell'uomo, tanto da regolamentarne la diffusione e la detenzione con delle ordinanze ministeriali.

Qualunque cane, sia di razza o meticcio, è in grado di darvi devozione illimitata, affetto infinito, perpetua comprensione e sopportazione dei vostri stati d'animo, e sarà pronto a sacrificare per voi anche la vita.

Alcuni consigli

Ricordate però che:

  • l'impegno che prendete nell'adottare un cane non deve mai basarsi sul colpo di fulmine del momento,
  • deve essere una scelta ponderata e consapevole,
  • l'età media di un cane oscilla dai 8/9 anni delle razze giganti ai 18/19 anni delle razze Toy.

In base alle vostre esigenze, al vostro carattere, al vostro stile di vita, agli spazi di cui disponete scegliete la razza che più vi si adatti; se vivete in appartamento evitate le razze giganti, cosi come se vivete in località particolarmente calde evitate le razze nordiche dalla folta pelliccia selezionate per i climi glaciali.

Non dimenticate che ogni cane possiede un proprio carattere che è plasmato dall'ambiente ed dal contesto in cui è allevato, ma in parte è innato; sicché un cane da caccia per quanto reattivo sarà sempre meno propenso all'aggressività di una razza da combattimento.

Evitate nella maniera più categorica quelle razze aggressive se è il vostro primo cane, se non avete molte ore nella giornata da passarci assieme, o se non avete il vigore fisico per tenerlo al guinzaglio. Acquistate il vostro cane da un allevatore di razza consigliato dal vostro veterinario di fiducia oppure recatevi presso un canile dove già vi aspetta, vaccinato, sterilizzato, a costo zero, il vostro compagno di tante e tante ore felici.


P.S. ricordiamo che i cani da lavoro dell'Arma (pastori tedeschi o Labrador) una volta terminato il loro servizio, poiché anziani o malati, vengono riformati e dati in dono alle persone di provata cinofilia che ne facciano richiesta alla propria Regione CC di appartenenza.