Menu
Mostra menu

Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari

Alcool

Riferimenti normativi:

  • Reg. 822/87, “Relativo all’organizzazione comune del mercato vitivinicolo”, nel quale vengono trattate le varie tipologie di distillazione, lo smercio e lo smaltimento dei prodotti derivati dalla distillazione, nonché i limiti di distillazione nella zona viticola A: artt. 35, 36, 37, 38, 39, 40, 41, 42 e 43 (vds. all.01);
  • Reg. 441/88, recante modalità d’applicazione per la distillazione obbligatoria di cui all’ art. 39 del reg. 822/87 (vds. all. 02);
  • Reg. 2721/88, che stabilisce le modalità d’ applicazione delle distillazioni volontarie di cui agli artt. 38, 41 e 42 del reg. 822/87 (vds. all. 03);
  • Reg. 3105/88, che stabilisce le modalità di applicazione delle distillazioni obbligatorie di cui agli artt. 35 e 36 del reg. 822/87 (vds. all. 04);
  • Reg. 3877/88, che stabilisce le norme generali relative allo smercio degli alcoli ottenuti dalle distillazioni di cui agli artt. 35, 36 e 39 del reg. 822/87 e detenuti dagli organismi di intervento (vds. all. 05);
  • Reg. 2046/89, che stabilisce regole generali relative alla distillazione dei vini e dei sottoprodotti della vinificazione (all. 06);
  • Reg. 377/93, che stabilisce le modalità di applicazione relative allo smercio degli alcoli ottenuti dalle distillazioni di cui agli artt. 35, 36 e 39 del reg. CEE 822/87 e detenuti dagli organismi di intervento (vds. all. 07).

Le frodi:

  • sostituzione parziale o totale dell’alcool con liquidi simili;
  • vendita indebita di alcool da parte dell’assuntore;
  • sostituzione del prodotto;

Ipotesi di reato:

  • truffa aggravata (art. 640 bis CP);
  • legge 898/86;
  • simulazione di reato (art. 367 CP);
  • appropriazione indebita (art. 646 CP);
  • frode nelle pubbliche forniture (art. 356 CP);
  • turbata libertà degli incanti (art. 353 CP).